sabato 26 agosto 2017

L’ORO VERDE.


Irrefrenabile voglia estiva



In estate è immancabile un profumo ed un gusto… Il basilico! Lo amo alla follia e mi è capitato di mangiarne talmente tanto da stare male ed essere turbata da problemi digestivi non indifferenti (sich!). Io però, non riesco proprio a rinunciare a tanta meraviglia. Per me il basilico è estate ed è una delle prime piante che coltivo ogni anno nel mio orto. Non disperate perché vi assicuro che cresce una meraviglia anche dentro ad un vaso in balcone.
Il lato migliore delle verdi foglie è espresso nel sublime pesto ligure.
Premetto che io sono piemontese e non voglio offendere la ricetta originale ma, anche io ne ho una mia versione che per praticità preparo in grandi quantità in modo che, gelandolo in pratici barattoli, io possa godere del sapore dell’estate anche in pieno inverno. Allora, che ne dite di provare a farlo? Vi assicuro che quando le temperature basse non ci danno tregua, un piatto di trofie al pesto sarà un sapore che apprezzerete moltissimo, soprattutto se vi ricorderà l’estate trascorsa.
La mia ricetta è una versione un po’ più digeribile e leggera perché vario la ricetta omettendo l’aglio e il pecorino che purtroppo non amo. Quindi non ci sono scuse! Fate in fretta a farlo, prima che le temperature si abbassino e il basilico fresco diventi irreperibile.

PESTO LEGGERO

Ingredienti per 4 vasetti:

80 gr. foglie di basilico
50 gr. parmigiano reggiano
30 gr. pecorino
(se non amate questo sapore, aggiungete la stessa quantità di parmigiano reggiano)
30 gr. pinoli
150 gr. olio di oliva
Sale q.b.

Procedimento:

Prima regola per fare un ottimo pesto è: Mortaio e pestello nulla di elettrico!! Solo così il pesto non diventerà nero. Sò che ci vuole tanta pazienza ma con gli attrezzi elettrici si richia il surriscaldamento delle lame che annerisce inevitabilmente il basilico. E poi, diciamolo pure…. Il sapore è diverso!!
Si inizia selezionando le foglie più belle, si lavano e si asciugano con molta cura.
Si sminuzzano per mezzo del mortaio e del pestello.
Tritate il parmigiano e il pecorino, unite i pinoli. Unite tutto al basilico tritato ed aggiungere un pizzico di sale e l’olio.
Versare il pesto nei vasetti e coprite l’ultima parte del vasetto con dell’ottimo olio di oliva ( io amo aggiungere l’olio extravergine).
Chiudete bene e congelatelo.
Quando avrete voglia di questo sapore ricordatevi di scongelarlo qualche ora prima!!!


Diciamolo pure, questa non è la ricetta tradizionale ma vi assicuro che è squisito. Io lo utilizzo come condimento di molte mie ricette ma imbattibile rimane un bel piatto di linguine!
Un abbraccio.
E

Nessun commento:

Posta un commento