giovedì 22 settembre 2016

Un viaggio lungo un’estate.


L’estate appena trascorsa è stata per me molto complicata, carica di impegni e di problemi da risolvere che hanno completamente offuscato quella leggerezza che l’estate porta con sé. Tuttavia ho avuto la fortuna di poter partire per molti brevi viaggi che mi hanno permesso di cambiare prospettiva e di ritornare a sognare e a pensare con maggiore ottimismo. Il viaggio mi aiuta sempre e quest’anno, forse il caso forse il destino, ho avuto l’opportunità di vivere e vedere luoghi meravigliosi. Mare, montagna, campagna,…in tutti i luoghi che ho visitato ero in compagnia del migliore compagno di viaggi che io possa avere e desiderare: “Matteo”. E’ colui che asseconda quasi tutte le mie pazze richieste, che accetta di attraversare mari, montagne e lunghe strade infinite semplicemente condividendo senza vergogna tutte le emozioni di quei momenti. Quindi… ora si parte!
Abbiamo visitato dopo diversi anni Napoli e il fascino partenopeo rimane memorabile proprio come l’avevamo lasciato tanti anni fa. Il calore delle persone con quei sorrisi strabilianti pronti ad accoglierti e quel Golfo decantato da tanti artisti, sono rimasti intatti negli anni. Ma cosa ci è rimasto più nel cuore è Spaccanapoli. Tutt’oggi al solo pensiero ci emozioniamo, il decumano  inferiore è l’arteria che separa la città in due parti, fatta di tante storie, di simpatiche parole napoletane e di gente. Senza parlare di quello scrigno segreto al suo interno – la strada dei Presepi (Via San Gregorio Armeno) - in cui artisti speciali creano statuette in grado di farti sorridere e commuovere allo stesso tempo ma soprattutto ti fanno realmente credere che Natale sia tutti i giorni.



Abbiamo visitato Taormina e siamo stati rapiti totalmente. L’eleganza è indiscutibile e la vista di cui si può godere da lassù è in grado di cancellare ogni tuo pensiero. Arancini, cannoli, arance, limoni e cedri sono tutto ciò di cui ho bisogno quando sono in Sicilia!
Amo la Sicilia!


Il nostro viaggio prosegue per una tappa a cui sono molto affezionata: Malta. Da ragazzina ho avuto la possibilità di visitarla da cima a fondo e questa isola me la porto nel cuore da allora. Da otto anni ormai desideravo portare mio marito nella sua antica capitale: Mdina e finalmente ci sono riuscita! E’ magia! Dalla “moderna” capitale La Valletta, che merita una visita approfondita, si attraversa una parte di isola per una lunga strada ove vi sembrerà di attraversare il Sahara. Dopo il nulla vedrete le antiche mura di questa città fortificata.  Viuzze di pietra incorniciate da fiori colorati vi porteranno nel bel mezzo di uno dei luoghi più belli che io abbia mai visto.



Barcellona! Che dire… la vera fiesta è lì. Se penso a questa città penso al colore ed al sapore!
Una rivelazione… non mi aspettavo una città così ordinata e pulita. Anche qui ho fatto incetta di tutte le specialità locali non risparmiandomi neanche un po’. In particolar modo mi sono persa a gustare di tutto al Mercato della Boqueria, coloratissimo come le opere di Gaudì. Da non perdere! Al ritorno la bilancia si è fatta sentire ed io sono ancora qui che tento di perdere i chili presi in quella breve vacanza.



La Provenza è una delle parti di Francia che preferisco. Complice la mia passione per questo Stato ogni volta cerco di scoprire paesini e città nuove. Roussilion è uno di quei paesi che ti lasciano senza fiato. La terra rossa e ocra rende le case simili a sculture in terra cotta. Il  Canyon delle Ocre renderà anche la vostra pelle rossa e sembrerete in perfetta simbiosi con il luogo. I campi di lavanda profumeranno il vostro viaggio e renderanno la vista più appagante. L’austerità dell’Abbazia di Senanque ci ha lasciati stupiti e meravigliati.
Le Gorge du Verdon ci hanno permesso di vivere in mezzo alla natura rilassati e senza distrazioni, un vero piacere di suoni e di scenari selvaggi.



C’è chi dice che: “Il viaggio si vive tre volte: quando lo sogni, quando lo vivi e quando lo ricordi”. Questo viaggio lungo, vissuto ad intervalli in questa faticosa estate, mi ha permesso di provare a sognare ancora: quando lo organizzavo con il mio compagno di viaggio (che è la mia “cosa” bellissima, per chi non l’avesse ancora capito)…quando ne potevo godere della bellezza e della storia…e quando, ora come ora, lo ricordo e lo condivido con voi…
Sognare è il viaggio che tutti noi non dobbiamo mai smettere di percorrere ed io ho ripreso a farlo.
Al prossimo viaggio, al prossimo sogno…
Un abbraccio.
E.

Nessun commento:

Posta un commento