martedì 19 aprile 2016

La mia remise en forme

- Torta dietetica al cioccolato senza uova, burro e latte-




Crescendo ho capito di non poter rinunciare a quattro cose, senza le quali rischierei di morire dentro a poco a poco. Sono nel giusto ordine: la mia famiglia, la mia casa, la musica e … il cioccolato!!!!!!!! Ho un amore folle per il cioccolato. Anche solo una piccola pepita riesce a valorizzare qualunque piatto e a migliorarmi la giornata: bianco, al latte, gianduia, fondente, con le nocciole…chi più ne ha più ne metta. A me piacciono proprio tutti! Tuttavia, con l’avvicinarsi dei trent’anni mi sono resa conto che il mio forte alleato fino a qualche anno fa , il metabolismo, mi sta un pochino abbandonando. Per questa ragione ho deciso di trovare un alleato diverso. Bene… internet e libri di cucina mi hanno aiutata a scegliere ricette leggere a base di cioccolato. Una fra tutte, questa deliziosa torta di cioccolato ideale per chi come me al mattino adora coccolarsi. Oltretutto per chi ha ancora avanzi di cioccolato delle uova di Pasqua è perfetta!

TORTA DIETETICA AL CIOCCOLATO
Ingredienti

330 gr. acqua
230 gr. farina  di farro
80 gr. zucchero di canna
40 gr. olio
80 gr. cioccolato fondente
1 bustina di lievito

Procedimento

In una pentola versate l’acqua e unitele lo zucchero. Poi ponetela sul fornello a fuoco basso e mescolate finché lo zucchero non si sarà sciolto.
Tritate il cioccolato in modo grossolano ed unitelo al composto sul fuoco. Girate finché non si sarà sciolto. Spegnete la fiamma e lasciate intiepidire. In una ciotola ponete la farina e lo lievito possibilmente setacciandoli. Poi unite il composto ormai freddo girando lentamente. Versate a filo anche l’olio.
Foderate una teglia e versatevi il composto. Cuocete a 160 gradi per 40 minuti.
Per capire se i 40 minuti di cottura sono sufficienti fate la prova con uno stuzzicadenti. Una volta immerso nel centro della torta toglietelo e verificate se porterà con sé un po’ dell’impasto.
Naturalmente non si può servire la torta senza una giusta spolverata di zucchero a velo.
La torta sarà una vera sorpresa, all’interno è morbidissima e si scioglierà in bocca.
Diciamo che questo è il peccato di gola che ci può aiutare ogni tanto a fare il carico di gusto per ritornare alle rigide regole che la prova costume ci obbliga a rispettare. Insomma, un lecito peccato di gola!
Un abbraccio. E
 “ Il buon cioccolato bisognerebbe schedarlo come un capolavoro, una scultura, una prova d’artista e degustarlo dolcemente bevendo del the caldo d’Oriente, ascoltando Mozart”
Sonia Rykiel

Nessun commento:

Posta un commento