mercoledì 9 marzo 2016



USA OVEST: GRANDI PARCHI E CALIFORNIA

-Pillole di un itinerario avventuroso on the road-



Una delle mie passioni è senza ombra di dubbio il viaggio. Chi mi conosce sa’ che fantastico continuamente sulle mete dei miei viaggi che purtroppo il più delle volte sono solo idee e poco concretizzanti data la dispendiosità che questo tipo di passione richiede.

Si dice che viaggiando si cresce…bene: devo ammettere che tutte le mete da me visitate mi hanno lasciato molto. Culture diverse e popolazioni diverse mi affascinano sempre, quindi, perché non cogliere questo mio angolo di paradiso per descrivere alcune mie avventure? Per questa ragione ho deciso di raccontarvi uno dei viaggi tanto attesi e tanto amati, intrapreso qualche tempo fa con il mio migliore compagno di viaggio Matteo, mio marito. Spero tanto che il mio racconto possa essere di aiuto a qualcuno di voi cari amici che avrete la fortuna di preparare la valigia per dirigervi in questi luoghi meravigliosi. Quali? Naturalmente USA. Esattamente la parte ovest di questo folle Paese. Suddividerò il racconto nelle ….. tappe dell’itinerario.


  • LOS ANGELES - CALIFORNIA

L.A. è stata la prima tappa obbligata (arrivo del volo) che abbiamo visitato con un po’ di curiosità e un po’ di scetticismo dovuto alla moltitudine di opinioni negative sentite prima di partire. Invece… siamo stati meravigliati. L.A. è una città industriale che ha fatto dello spettacolo televisivo e cinematografico il business principale e per questa ragione, ogni angolo di questa città vi parlerà di spettacolo. La prima visita da fare è certamente nella Hollywood Boulevard, una strada che di bello e romantico non ha proprio niente. Anzi, sembrerà tutto artefatto ma molto divertente. E’ qui che è ospitata una delle attrattive più curiose della città: la Walk of Fame. In questa passeggiata sfilano incastonate nel marciapiede una serie di stelle di bronzo con incisi i nomi di migliaia di celebrità della musica, moda, spettacolo. Non è possibile quantificarle perché sono sempre in continua evoluzione. Le stelle sono più di 2500.

Merita una visita al Gruaman’s Chinese Theater ed al Kodak Theatre quest’ultimo famoso perché si svolge al suo interno la serata di consegna dei premi Oscar (Academy Awards). Il complesso comprende un centro commerciale e numerosi ristoranti. Io ho mangiato proprio qui il miglior hamburger della mia vita, in un locale con le sembianze del set di Happy days.

Interessante è anche il teatro egiziano – Egyptian Theater che a mio parere merita una visita.

Un piccolo tour, magari in auto, è molto bello percorrerlo tra i viali di Beverly Hills dove potrete vedere ville magnifiche, hotel e ristoranti sfarzosi ma soprattutto il cosiddetto “Miglio quadrato più caro del mondo” Rodeo Drive. Sempre in auto sulla collina potrete avvicinarvi alla famosissima scritta Hollywood che non ha bisogno di presentazioni.

Il nostro tour in L.A. è terminato… ma perché non approfittarne e vivere una giornata agli Universal Studios o a Disneyland?


  • PHOENIX - ARIZONA

Premetto che i nostri viaggi prevedono sempre la sveglia di buon ora perché siamo “affamati” di vedere più cose possibili e dormire ci sembra una perdita di tempo. Per cui dopo aver trascorso 2 giorni in Los Angeles lasciamo la città di buon ora in auto per dirigerci verso Phoenix, tappa obbligata per poter visitare i parchi. I chilometri sono parecchi ma vi assicuro che i paesaggi, completamente diversi da quelli che siamo abituati a vedere, renderanno il viaggio molto piacevole. Armatevi di una bella playlist su chiavetta usb da poter ascoltare durante tutto il viaggio. Io ve ne ho consigliata una per il viaggio… (http://scosebelle.blogspot.it/search/label/musica)

Vi addentrerete in uno degli Stati più aridi d’America, ma preparatevi a vedere alcune attrattive naturali uniche al Mondo per cui ne varrà la pena il lungo viaggio.

Phoenix è la capitale dell’Arizona ed è una città che non ho avuto il tempo di visitare ma nella quale ho avuto la fortuna di partecipare ad una serata in un locale caratteristico, frequentato dagli abitanti del luogo in cui dopo cena ci siamo divertiti a danzare i tipici balli country con spassosi cowboy in mezzo a cavalli e mucche. Stupendo!

Spero di poter un giorno avere più tempo per visitare la città.

Durante questo lungo percorso in auto abbiamo incontrato i cactus più grandi del mondo. Incredibili!
Nel percorso consiglio una tappa a MONTEZUMA CASTLE, è un'abitazione scavata nella pietra sopra il livello di Beaver Creek, parte di uno stanziamento degli indiani Sinagua dell'inizio del XII sec. 


Montezuma Castle


  • SEDONA

Assolutamente da non perdere questo piccolo paesino che è letteralmente trafitto dalla strada principale che porta ai grandi parchi. Vi sembrerà di sbattere contro cowboy in ogni angolo della strada. Una bellezza naturale da non perdere sono gli agglomerati rocciosi di forme particolari e di un colore rosso vivo che preannunciano i colori dei parchi seguenti.


  • GRAND CANYON – ARIZONA 

Giunti al Grand Canyon mi rendo conto di quanto la natura sia in grado di creare cose straordinarie. La storia di questo National Park è tutto scritto sulle pareti della gola fatta a strati sul cui fondo scorre il fiume Colorado. Giunti da Flagstaff ci addentriamo nel parco, parcheggiamo e per ore ammiriamo e camminiamo lungo l’anello percorribile a piedi. Fortunatamente la nostra sistemazione notturna è all’interno del parco. Questo ci permette di ritornare al tramonto: uno spettacolo della natura!

La mattina seguente dopo aver girato un po’ da diverse angolazioni il Canyon con l’auto e dopo avere fatto le giuste tappe per fotografie varie, abbiamo ripreso il nostro cammino verso un altro memorabile luogo.

Grand Canyon



  • MONUMENT VALLEY – ARIZONA al confine con lo Utah

Ricordate i film western interpretati da John Wayne? Bene, preparatevi ad addentrarvi nel profondo West e a sentirvi indiani. La Monument Valley è un miracolo della natura e fa parte di una riserva dei Navajo. Si compone di monoliti di oltre 600 metri d’altezza e tra i più famosi ci sono The elephant che prende il nome dalla sua forma e Three Sisters… Sono solo due dei monoliti che potrete vedere a bordo di Jeep scoperchiate che si addentrano tra le strade con sali e scendi sullo sterrato di terra rossa. In questo luogo abbiamo pranzato con gli indiani Navajo  ed è stato molto suggestivo. Pranzo senza grandi pretese ma che è stato ripagato dai loro canti tradizionali eseguiti per salutarci. Se viaggiate con la vostra auto potrete percorrere il circuito in completa autonomia, d’inverno non è invece possibile per le condizioni climatiche che rendono il percorso ostico da percorrere.

Monument Valley


  • BRYCE CANYON NATIONAL PARK – UTAH

Il nostro itinerario di viaggio prosegue nello Stato dei Mormoni – lo Utah. In cui visitiamo il Bryce Canyon. Giunti al parcheggio, intravedendo le cime delle rocce rimasi senza parole. Il colore rosso è di per sé un’attrazione unica. Il Bryce Canyon è paralizzante. Le sue colorate formazioni rocciose, frutto dell’erosione del vento hanno creato uno spettacolo unico. È possibile a piedi un percorso che consiglio di fare. 

Bryce Canyon


  • ZION NATIONAL PARK – UTAH

Particolare è vedere il contrasto tra la vegetazione tipica del deserto alle foreste di pino. E’ percorribile anche solo in auto ed è affascinante il contrasto di colori.


  • LAS VEGAS – NEVADA

Dopo aver percorso un lunghissimo tratto di strada in mezzo al deserto (notare che la strada è tutta diritta…neanche una mezza curva!) si arriva in ciò che più di psichedelico si può immaginare, ad accoglierci infatti sono le insegne illuminate dei vari Casinò. Eccovi arrivati a Las Vegas!!! A Las Vegas non si può non entrare ed uscire da un Casinò e l’altro per curiosare tra le pazzie che l’uomo può ricreare. La Tour Eiffel, i fantastici gondolieri Veneziani che cantano un improprio “O sole mio” e ancora, uno splendido soffitto di fiori di vetro colorati. Tutto è follia a Las Vegas. I giocatori continui nei Casinò ed il fattore che non si riesca più a distinguere l’albergo dal gioco perché sono uniti nelle medesime strutture. Il fattore che non esistono orologi e all’interno degli hotel è sempre giorno. Pazzesco ma da vedere! Consiglio di partecipare ad alcuni spettacoli offerti dai più celebri Casinò in particolare lo spettacolo delle fontane del Bellagio. Assai trash ma da vedere sono le Wedding Chappel dove ci si può sposare senza formalità e nei modi più stravaganti ed originali.

Las Vegas


  • SEQUOIA PARK E KINGS CANYON – SIERRA NEVADA

Un altro spettacolo della natura è in arrivo. Man mano che salirete l’unica strepitosa strada (da Three Rivers procedete sulla General Highway) vi addentrerete in uno scenario degno dei migliori cartoni Disney ambientati in boschi fatati. E’ pazzesco. Vi meraviglierete fin da subito della grandezza delle sequoie che abitano le montagne ma non immaginerete mai di trovarne mooooolto più grandi ed alte man mano che si sale.

Infatti in questo meraviglioso parco abitano gli esseri viventi più vecchi dell’intero pianeta: le sequoie giganti sono colossi vegetali che in qualche caso raggiungono anche i tremila anni di età. A circa 2000 metri di altezza si incontrerà la Giant Forest e rimarrete senza parole, soprattutto se avrete la fortuna di incontrare due orsi bruni che vi attraversano la strada. Una deviazione la merita Moro Rock, il monolite di granito impressionantemente enorme e dalla cui cima potrete godere di un panorama incantevole. Ritornando alle sequoie, tappa obbligata è il General Sherman Tree: 84 metri di altezza e 32 metri di circonferenza. All’altezza di Lost Grove  si entrerà a Kings Canyon, qui vedrete il più vasto concentrato di sequoie giganti di tutti gli Stati Uniti. Proprio qui incontrerete General Grant Tree: 81 metri di altezza e 33 metri di circonferenza. I paesaggi vi incanteranno.

Sequoia Park

Sequoia Park

Kings Canyon


  • YOSEMITE – SIERRA NEVADA

Devo ammettere che la valle di Yosemite non ha colpito particolarmente la piemontese che sono. Avendo il Gran Paradiso a due passi ritengo che, anche se sbagliato il paragone, non ci sia nulla di così entusiasmante. Sicuramente le cascate, le rocce di granito, le vallate, le foreste e l’immensa popolazione di scoiattoli sono splendidi. Tuttavia non sono riuscita ad entusiasmarmi. È stato piacevole passeggiar ed infatti per gli appassionati di trekking vi sono passeggiate da mille e una notte. Potrete trascorrere momenti rilassanti ad ammirare la natura ed i tanti animali che vi verranno a trovare. Da vedere senza alcun dubbio è lo spettacolo delle Yosemite Falls, creato dall’acqua bianchissima che precipita nel vuoto…
Devo ammettere di aver trascorso una serata speciale in un paesino di nome Mariposa. Questo paese si trova a metà strada tra Merced e Yosemite Valley, è la località più grande e interessante nei pressi del parco e non appena vi arriverete noterete moltissimi orsi di legno a dimensioni umane. In questo paese ci siamo capitati grazie alla ricerca di un ristorantino carino ed eccoci serviti. Abbiamo trovato il Savoury’s, il posto è molto piccolo ma intimo e si mangia benissimo.  Noi lo consigliamo!


  • SAN FRANCISCO – CALIFORNIA

Questa città è stata la vera scoperta! Una città incantevole che vi descriverò in un post a parte perché ho bisogno di uno spazio ad hoc per descrivere tutto ciò che si può ammirare in questa “Europa” americana.

A presto con San Francisco…


  • MONTEREY – CALIFORNIA

La nostra visita è proseguita lungo la Costa Californiana. Un via vai di paesi costieri e qui ve ne accenno solo alcuni. La prima cittadina che incontriamo è Monterey, che è stata la prima capitale della California e a mio parere merita una breve visita in particolar modo per il suo grazioso molo che ospita alcuni ristorantini con affaccio diretto su una moltitudine di leoni marini che rotolano e giocano.

Assolutamente da percorrere è il tratto di costa verso Big Sur, forse il più famoso di tutto il continente. Rimarrete sbalorditi da scogliere a strapiombo sul mare che si alternano a colline.


  • SANTA CRUZ – CALIFORNIA

Non potete perdervi il più antico parco giochi d’America. Le giostre non sono così spaventose, ma l’aria che si respira è da film…


  • SANTA BARBARA – CALIFORNIA

Rimarrete ammaliati dagli edifici bianchi, infatti, a seguito di un violento terremoto che l’ha completamente rasa al suolo nel 1925, la ricostruzione è avvenuta seguendo uno stile spagnolo. Vedrete tetti con tegole rosse, grandi arcate e ferro battuto a dismisura. Molto caratteristico e con splendide spiagge. Io ho avuto la fortuna di vedere un matrimonio celebrato sulla spiaggia. Mooooolto americano.

Ci sono negozi di ogni genere, e vista la tranquillità di Santa Barbara sarà un piacere curiosare da uno all’altro.


  • MALIBU’

Se volete rivivere qualche ora all’insegna del ricordo di Baywatch non potete non fermarvi per una piccola tappa a Malibù. Affacciata sul Pacifico, la grande attrattiva è data dalle spiagge bianche con surfisti che offrono meravigliosi spettacoli sportivi.


  • SANTA MONICA

Ho follemente adorato Santa Monica… Chic ma trendy. Vi accogliera’ un’oasi di pace e tranquillità. Trattasi infatti è una tranquilla stazione balneare che offre molto sia di giorno che di notte.

Malibù





Questo è stato l’itinerario di un viaggio avventuroso e indimenticabile. L’unica cosa che vorrei trasmettervi è che non importa la meta che si vuole raggiungere…anche una semplice scampagnata vicino a casa è un’occasione per vedere e vivere luoghi nuovi e belli…ma la vera magia del viaggio è saper vivere il tempo che purtroppo nella vita normale di tutti giorni trangugiamo e a fatica viviamo.

Quindi… buon tempo per il vostro futuro viaggio.





 “L’unica regola del viaggio è: non tornare come sei partito. Torna diverso”

Anne Carson




Nessun commento:

Posta un commento