sabato 30 gennaio 2016

COCCOLA D’INVERNO
-Zuppa di pane Virginia-



Quante volte vi è capitato di aver trascorso molte ore al freddo e di sentire la necessità di un pasto caldo per scaldarsi. Io non ho mai amato quelle minestrine che ricordano il brodino che ti rifilano all’ospedale, anzi, diciamo che sono una ragazza dai sapori un pochino “strong” a tavola. Infatti, capita che in questa situazione mi procuri tutto il necessario per fare in pochissimo tempo ciò che fin da bambina mi rendeva felice trovare a tavola quando trascorrevo molto tempo al freddo. E’ sempre stato un pasto magico che la mia mamma era solita fare a me ed ai miei fratelli per: scaldarci, direi super nutrirci ma soprattutto per renderci felici. Sì questo era il piatto che accontentava tutti e che non si avanzava mai nel piatto e neanche nella teglia scongiurando l’avanzo per il giorno dopo. Vi parlo della magica zuppa di pane della mamma Virginia. Da leccarsi i baffi e da non sentire più un briciolo di freddo dopo averla gustata.
Ora vi descrivo come farla.

ZUPPA DI PANE VIRGINIA
(per 6 persone)

Ingredienti
12 Fette pane in cassetta
Fontina dolce
2,5 hg.  prosciutto cotto
1 lt. Latte intero
3 uova
Sale q.b.
Burro q.b.

Procedimento
Procuratevi una bella teglia spaziosa ed imburrate il fondo. Su un tagliere affettate 6 fettine di fontina. Farcite le fette di pane, come a formare dei panini, disponendo sulla prima fetta una porzione di fontina ed una di prosciutto. Riponete il “panino” sulla teglia. Proseguite fino a che avrete ricoperto tutta la base con i panini. Se necessario tagliate i panini affinchè nella teglia non rimangano spazi vuoti. Dopodiché procuratevi una ciotola molto capiente in cui dovrete versare il latte le uova ed un bel pizzico di sale. Sbattete il tutto e una volta che il liquido avrà cambiato leggermente colore versatelo nella teglia in cui vi sono ben disposti i panini. Questi ultimi si imbeveranno del liquido ma una buona parte rimarrà in superficie.
Mettete delicatamente (facendo attenzione a non rovesciare il composto) la teglia nel forno preriscaldato a 200° per trenta minuti coprendo con carta di alluminio. Successivamente togliete la carta e procedete la cottura fino a che vedrete la superficie della nostra zuppa diventare dorata.

Questo è un piatto che mette tutti d’accordo: bambini ed adulti.
Personalmente è una ricetta di famiglia semplicissima ma molto golosa a cui sono tanto affezionata: ogni volta mi scalda il cuore e mi riempie lo stomaco!
Tutte le famiglie hanno alcuni piatti che per tradizione si tramandano, questo è uno di quelli che vorrei un giorno tramandare ai miei nipoti e figli. Anche voi ne avete qualcuno?
Un caldo pasto a tutti cari amici. E



“Solo nella tradizione è il mio amore”
Pier Paolo Pasolini

Nessun commento:

Posta un commento