giovedì 29 ottobre 2015

            Arte inaspettatamente…        


Olga Blandano – quando il crochet diventa arte.



Finalmente, come promesso poche settimane fa, inizio questa nuova “rubrica” mensile in cui vi presento artigiani, creativi, artisti che mi hanno colpita ed emozionata.
Come prima protagonista ho deciso di presentarvi una creativa solare ed incontenibile nel suo entusiasmo, aspetto che mi fa impazzire! Lei è Olga! Olga Blandano…
Ho sempre pensato che l’uncinetto, la maglia, il punto croce,… fossero datati e che poche persone fossero in grado di rinnovarli uscendo dalla creazione dei classici quadretti o quei centrini che sinceramente a me mettono un pochino di tristezza. Non ho intenzione di offendere nessuno, anzi, io stessa ho centrini della mia nonna e quadretti fatti a punto croce dalla mia mamma per i quali ho un legame affettivo molto forte, ma nonostante tutto li trovo irrimediabilmente demodé. Per questa ragione chi reinventa ha la mia ammirazione.  Ma quando nel reinventare qualcosina di un po’ datato riesco ad avvertire l’innovazione, non posso astenermi dal raccontarlo. È proprio questo che mi è capitato quando per la prima volta ho intravisto l’arte che Olga riesce a realizzare semplicemente con: ago, ferri, filo, stoffa, oggetti di qualunque tipo recuperati e l’ingrediente essenziale… la fantasia!
Quando il crochet diventa arte ci sono il cuore e le mani di Olga!
Chi la conosce sa che ad arrivare prima del suo esile fisico di mamma di cinque figli e nonna è il suo splendido sorriso e la sua energia, emozioni che io stessa ho percepito quando ho toccato con mano le sue opere.
Penso che le mie parole servano a poco e neanche l’elenco dei tanti riconoscimenti ottenuti e collaborazioni avute riescono a descrivere ciò che lei crea, per cui lascio che le immagini parlino da sole.









Per chi desidera conoscere Olga può incontrarla sulla sua pagina facebook e sul blog “Pan di Stoffa”.
Prestissimo nascerà un suo nuovissimo progetto Mamimood.com, un sito interamente dedicato all’incontro del crochet  con l’art design… Ecco alcune delle sue creazioni dedicate soprattutto al mondo femminile le quali saranno le indiscusse protagoniste di questa sua nuova avventura.









Nelle creazioni di Olga si possono riconoscere la dolce tradizione della stoffa e del filo in contrasto con l’irriverenza degli oggetti di recupero adoperati per soddisfare la vulcanica immaginazione dell’artista. Contrasto invidiabile ma soprattutto inviolabile per cui… In bocca al lupo e buona vita!
Un abbraccio.
E.

“La creatività è contagiosa. Trasmettila!”
Albert Einstein

2 commenti:

  1. Grande Olga! L'ho sempre detto io che ha le mani d'oro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crea meraviglie... Grazie Elena per essere passata nel blog...

      Elimina